PlayStation 5, Xbox Series X e l’aumento del prezzo dei giochi: danneggeranno le vendite delle console? Per un analista, no

PlayStation 5 Xbox Series X next-gen
Banner Telegram Gametimers 2

Non tutti hanno accolto positivamente l’aumento di prezzo dei titoli che saranno pubblicati sulle console next-gen. Le piattaforme di attuale generazione saranno ancora supportate nei prossimi anni, quindi non dovrebbero mancare i titoli cross-gen. C’è chi sostiene che questa scelta commerciale possa sfavorire le vendite dei titoli per le edizioni di PlayStation 5 e di Xbox Series X/S.

L’analista di NPD Group Mat Piscatella, durante il podcast Virtual Economy, si è espresso sull’argomento. L’uomo non prevede alcun cambiamento drastico sulle vendite per l’aumento di prezzo delle produzioni.

“Il valore dei giochi è rimasto lo stesso dal 2005, quando Call of Duty è arrivato inizialmente su Xbox 360 a 59,99 dollari. Da quel momento ci siamo mantenuti su quella fascia” spiega Piscatella, che difende la legittimità dei publisher di poter dopo tanto tempo aumentare i costi.

Banner-canale-Telegram-Gametime-Offerte-Tech

“Ora, tante persone diranno che un alzamento del costo base per i titoli importanti è necessario per rientrare nelle spese di sviluppo, inflazione o altro. Tutti questi argomenti sembrano proprio piatti. Quello che è concreto è che la gente sarà felice di comprare quei giochi di valore con un aumento di 10 dollari ha aggiunto l’analista.

L’uomo ha precisato che l’ultima parola sarà del mercato, che è l’unico giudice che può decretare le conseguenze di questa scelta. Sarà decisione dei publisher decidere di tornare sui propri passi nel caso si riscontrasse una ridotta vendita dei giochi.

“Ma ho la sensazione che venderanno abbastanza bene afferma fiducioso Piscatella. L’analista condivide di essere felice, invitando anche il pubblico ad esserlo, poiché il settore sta cercando di offrire più scelte all’utenza. Il motivo di questa tranquillità andrebbe da ricercarsi nel tentativo delle aziende di puntare su e servizi, come Microsoft con il suo Xbox Game Pass.

Insomma, l’analista sembra molto positivo nei confronti dei nuovi costi delle produzioni di PlayStation 5 e le nuove Xbox.

Qual è la vostra posizione in merito? Scrivetecelo nello spazio commenti.

Fonte: Gamepur