Starfield: trapelate alcune immagini di una vecchia build del gioco

Starfield
Banner Telegram Gametimers 2

In maniera del tutto inaspettata, potrebbe essere trapelati alcuni screenshot in game di Starfield; il prossimo gioco Bethesda in uscita su console next-gen e PC. Sebbene non ci sia una conferma a riguardo, questi screenshot sembrano decisamente realistici e, stando alle fonti, risalirebbero a una vecchia build del gioco, risalente addirittura al 2018.

Purtroppo non è facile confermare o smentire questo leak, dal momento che di Starfield sappiamo decisamente pochissimo. L’unica informazione nota, al momento, è che si tratta di un RPG ambientato in un contesto fantascientifico e ambientato nello . Ricordiamo che il gioco è stato annunciato con un breve teaser durante l’E3 2018, ma da lì non se n’è saputo più nulla.

Inevitabilmente, però, si è generato un interesse smisurato attorno al titolo, specie considerando che esso è la prima IP inedita di Bethesda negli ultimi 20 anni, lasciando presagire diverse novità a riguardo. Il gioco, ricordiamo, girerà sul rodato Gamebryo Engine, lo stesso usato in Fallout 4 e che verrà usato anche in The 6.

Banner-canale-Telegram-Gametime-Offerte-Tech-drop-Ps5-Xbox-RTX

E proprio nel prossimo The e in Starfield, il Gamebryo Engine ci farà percepire “profumo di next-gen, afferma Bethesda. Come fa notare DSOGaming, inoltre, ‘si respira‘ molto di Gamebryo Engine in questi screenshot.

Da questi screenshot al momento si può capire molto poco, dando sempre per scontato che siano veri. Sembrerebbe che il titolo possa essere un gioco in terza persona e che abbia meccaniche legate al consumo di ossigeno o, in alternativa, al livello di ossigeno e anidride carbonica presente nell’aria. Sembra essere presente anche un misuratore di forza G, che presumiamo cambi di pianeta in pianeta.

Ricordiamo che, oltre all’interesse, si è generata anche molta preoccupazione sul titolo. O meglio, questo da parte di diversi utenti PlayStation, preoccupati che il gioco possa diventare esclusiva Xbox, che sia a tempo o permanente. E questa sembra non essere una realtà così utopistica, secondo Jez Corden. Inoltre, anche Sony era in trattative con Bethesda per ottenere l’esclusiva sul gioco, afferma Imran Khan, noto insider e analsita videoludico.

Fonte: DSOGaming