In Gran Bretagna, i videogiochi schiacciano senza pietà musica e cinema. Ricavi record!

Aliens Fireteam Cold Iron

Sicuramente la pandemia COVID19 ha dato un boost incredibile al mercato dei videogiochi nel suo insieme, trainato anche dagli eccellenti risultati economici del mercato . In Gran Bretagna, la Entertaiment Retailers Association ha appena pubblicato un’interessantissima analisi che ha preso in esame l’intero settore dell’intrattenimento e i dati sono assolutamente incredibili.

Banner Telegram Gametimers 2

La spesa totale per i videogiochi in terra d’Albione è stata dell’85,4% a favore del digitale. Ma sono altri elementi individuati che fanno riflettere: considerando il dato aggregato del settore dell’intrattenimento, i videogiochi rappresentano il 48% delle vendite complessive, diventandone il segmento più importante nel .

La spesa per il videoludico è aumenta del 17.7% su base annua. I ricavi globali del settore superano quelli dell’industria musicale e cinematografica messi assieme.

I giocatori britannici si sono sposati sui vari store come Steam, il preferito in ambito PC, per l’acquisto di software a discapito del mercato fisico, sebbene questo sia un trend in via di consolidamento da anni. Tuttavia, anche il retail ha avuto un aumento: rispetto al 2019, quest’anno si registra una percentuale del 7,2% di vendite in più. Per quanto riguarda l’hardware, l’arrivo delle nuove console e Xbox Series X e S, esso ha registrato un interessante 7.7% in più.

Fonte: eraltd.org