Cyberpunk 2077 causerebbe epilessia, secondo Game Informer. CD Projekt sta già risolvendo la questione!

Cyberpunk 2077 8

Con le prime recensioni di Cyberpunk 2077 sono emersi nuovi dettagli più o meno interessanti, come durata e prestazioni su PC, riguardanti l’ultima opera di CD Projekt. Uno, però, ha finito per scatenare una pesante aizzando in maniera ingiustificata i fanboy più sfegatati del gioco.

Stando a Game Informer, infatti, il gioco scatenerebbe degli attacchi di epilessia. Una redattrice è intervenuta sulla questione, ma la community tossica le ha scatenato contro tanto odio immotivato.

Banner Telegram Gametimers 2

Che Cyberpunk 2077 possa essere “non consigliato” a chi soffre di epilessia non sorprenderebbe, direte voi, visto che il mondo Cyberpunk è per definizione un mondo ricco di luci intermittenti ovunque, però è innegabile che ciò possa risultare un problema per i giocatori che soffrono di attacchi epilettici. E la questione va dunque giustamente esplorata, come è appunto accaduto.

Banner-canale-Telegram-Gametime-Offerte-Tech

Liana Ruppert di ha infatti scritto un articolo proprio per Game Informer, dove fornisce supporto a chi appunto soffre di questi problemi. Un gesto nobile, direte voi, dato che permetterebbe a loro di giocare al tanto atteso Cyberpunk 2077, ma alcuni hater non la pensano così.

Sotto il suo post di twitter, infatti, diversi giocatori che definire tossici è un complimento, hanno spammato video e gif con luci intermittenti, il tutto per causare un attacco sia alla redattrice che ad altre persone sventurate. Come al solito, dunque, gli hater non finiscono mai di stupire, in negativo però.

In questo marasma di indecenza, però, CD Projekt è intervenuta sulla questione, affermando di essere al lavoro sul problema, ringraziando anche Liana Ruppert per aver esposto la questione. CD Projekt agirà inoltre il più tempestivamente possibile per risolvere il fenomeno, vista anche l’enorme diffusione. Non a caso, su Steam svetta ancor prima dell’uscita effettiva del gioco.

“Grazie per aver segnalato il problema. Stiamo lavorando sull’aggiunta di un testo di segnalazione nel gioco, oltre a quello già presente nell’EULA. Riguardo a soluzioni più permanenti, il team di sviluppo è al lavoro sulla questione e implementerà il tutto il prima possibile”, dichiara CD Projekt su Twitter.

A tal proposito è intervenuta anche Epilepsy Action, una associazione a sostegno delle persone che soffrono di disturbi epilettici, intervenendo a loro favore e invogliando CD Projekt ad agire il più tempestivamente possibile, e ancora una volta per i motivi legati alla sua larghissima diffusione.

A VG247, infatti, l’associazione ha dichiarato: “Siamo allarmati e costernati dal fatto che il recensore abbia avuto una crisi epilettica causata da Cyberpunk 2077, persino prima della pubblicazione. Il gioco include luci a intermittenza ad alta frequenza oltre a diverse animazioni che possono causare attacchi in persone con epilessia fotosensibile. Tali caratteristiche mettono dunque a rischio queste persone e dovrebbero essere evitate per rendere il gioco più accessibile”.

“Considerando l’enorme richiesta e l’eccitazione nata attorno a questo titolo, potrebbe rappresentare un serio rischio per le persone con epilessia fotosensibile. Gli sviluppatori dovrebbero pensare a un modo per aggiornare il gioco e renderlo il più sicuro possibile. Un messaggio d’attenzione all’inizio non basta”, conclude Epilepsy Action.

Cyberpunk 2077 sarà disponibile a partire da domani 10 dicembre 2020 su Google Stadia, PC, e Xbox One. Inoltre, dopo il lancio del gioco, arriverà anche l’upgrade per la next-gen. Del gioco è stata mostrata anche la versione console, fatta girare prima su Xbox One e poi su Xbox Series X, e giorni dopo anche su PlayStation 4 Pro e PlayStation 5. 

Sebbene siano state mosse molte perplessità sulle effettive performance in gioco, CD Projekt ha confermato che il titolo gira perfettamente anche su old-gen. Oltre a questo, il gioco avrà anche una corposa modalità fotografica, con tante pose… una delle quali riporta alla mente Solaire di Dark Souls!

Vi ricordiamo che potete prenotare una copia su Amazon a prezzo scontato
Ricordiamo anche che il gioco supporterà lo Smart Delivery di Xbox che la copia PS4 funzionerà anche su PS5. Il gioco favorirà anche il lavoro degli streamer, permettendo di disabilitare sia le nudità che le musiche coperte da copyright.

Per ingannare l’attesa, potete comprare il lorebook ‘Il mondo di Cyberpunk 2077‘ su Amazon andando a questo indirizzo. Inoltre, vi consigliamo il photobook TO:KY:OO‘ di Liam Wong, dove possiamo ammirare in stampo Cyberpunk. Infine, non possiamo non consigliarvi di leggere La Trilogia dello Sprawl‘ di William Gibson, capolavoro letterario che ha letteralmente dato vita al genere Cyberpunk.

Fonte: Game InformerCD ProjektEurogamer.net