GTA Online: la nuova patch riduce i caricamenti su PC rimuovendo un file scoperto da un utente

gta 5 online cayo perico heist

Con l’ultimo update di GTA Online, Rockstar ha ridotto drasticamente i caricamenti del gioco nella versione PC. Il merito di questo update, però, va in grandissima parte a un utente, tale T0ST, che ha scoperto alcuni giorni fa uno stratagemma per ridurre notevolmente i lunghi caricamenti del gioco. Rockstar ha dunque preso nota e pubblicato oggi questo update che, sicuramente, farà la gioia di tutti i giocatori PC del titolo.

Banner Telegram Gametimers 2

Andando con ordine, l’utente ‘T0ST‘ aveva riscontrato un collo di bottiglia che riguardava principalmente le single-thread e che affliggeva praticamente tutte le CPU di fascia medio-bassa. Questo collo di bottiglia era dovuto a un problema del gioco nell’analizzare un file JSON di soli 10mb.

T0ST‘, dunque, una volta scoperto di come questo file allungasse notevolmente i caricamenti, ha scritto un .dll per poi inserirlo all’interno di GTA 5, sbloccando così alcune funzioni nascoste. Rockstar ha quindi preso spunto proprio da quanto fatto dall’utente, pubblicando poi la suddetta patch.

Banner-canale-Telegram-Gametime-Offerte-Tech

“Dopo un’attenta investigazione, possiamo confermare che il giocatore ‘T0ST’ ha, a conti fatti, svelato un aspetto del codice di gioco legato ai caricamenti della versione PC di GTA Online che può essere migliorato”, ha affermato la stessa Rockstar Games in una dichiarazione presso PCGamer.

Nel frattempo vi ricordiamo che Rockstar Games potrebbe essere al lavoro sul trailer di GTA 6, che secondo alcuni rumor sarà ambientato a Vice City. Tra i mille rumor, una cosa è certa: verso Grand Theft Auto 6 sarà riservata moltissima cura sulla componente single player, come afferma lo stesso Zelnick di Take-Two.

Inoltre si vocifera anche delle remastered di due dei migliori capolavori concepiti da Rockstar Games: GTA San Andreas in versione Remastered e Red Dead Redemption. Quest’ultimo prenderebbe addirittura a piene mani dalle meccaniche del primo, e sarebbe atteso per PlayStation 5, Series S e Xbox Series X.

Fonte: DSOGaming