Hideo Kojima: al Tokyo Game Show niente giochi, conferma il maestro

hideo kojima

Si avvicina il via per il Tokyo Game Show. La manifestazione che ogni anno anima la capitale giapponese torna in presenza per l’edizione 2022. Mentre cresce la curiosità per i progetti che verranno presentati arriva una spiacevole conferma. Hideo non presenterà i progressi dei progetti attualmente in corso presso Kojima Productions. Non si tratta di una notizia vera e propria ma di una conferma. Eravamo consapevoli che Productions figurasse tra gli exihibitor ma non tra coloro che avrebbero avuto un posto sul palco. La software house di Hideo si troverà in fiera solo per vendere merchandise e permettere ai visitatori di fare un tour virtuale dello studio. Nemmeno tutto lo studio, solo l’iconico corridoio all’ingresso. Niente da vedere riguardo il sequel di Death Stranding o del progetto con Microsoft – senza un nome ufficiale ma secondo i rumor denominato Overdose – per ora.

A confermarlo, attraverso Twitter è Hideo Kojima. In una serie di post, il maestro ricorda le edizioni passate della manifestazione. Il Tokyo Game Show, negli ultimi anni, ha permesso al maestro di presentare alcuni aggiornamenti riguardanti Death Stranding. Da lì, ad esempio, nel 2018 vedemmo le prime immagini di gameplay vere e proprie con che, in diretta, muoveva Sam nelle prime aree dell’immensa mappa. Qualcuno ricorderà anche l’host dell’evento e le sue buffe reazioni alla visione delle varie feature.

Questo renderà il meno interessante? Assolutamente no. Al momento l’attenzione è concentrata tutta su Konami. L’ex azienda di cui è stato vice presidente – prima di tornare a tempo pieno allo sviluppo – è attesa sul palco per presentare tanti progetti già noti e uno ancora inedito. Altissime le probabilità si tratti di Suikoden.

Banner-canale-Telegram-Gametime-Offerte-Tech-drop-Ps5-Xbox-RTX

In rete i vari insider sono impazziti. L’insider Dusk Golem, che ha sempre scommesso su Silent Hill ha spostato l’attenzione su una eventuale collector di Metal Gear Solid, o un remake. Allo stesso tempo non ha mancato di dire la sua sulla saga horror commentando alcune immagini comparse in rete e che lui bolla come autentiche. Non sono d’accordo gli altri utenti di ResetEra che fanno notare come le foto siano inserite in una presentazione power point che sembra sia stata improvvisata, impresentabile per una board of director intenzionata a investire sul progetto. Su questo punto Golem nicchia e fa scena muta. Anzi, insiste sulla veridicità e sui rumor già diffusi tra 2018 e 2020.

Allo stesso modo anche Microsoft ci consiglia di tenere d’occhio l’evento. In realtà l’azienda di Redmond non è tra quelle attese a Tokyo. Phil Spencer però consiglia di tornare sul blog Xbox Wire durante le giornate del TGS. Confermata una forte presenza di Capcom che sappiamo impegnata in una quantità di progetti davvero immensa. Abbiamo, ad esempio, Resident Evil 4 Remake, attesissimo dai fan; Street Fighter 6, per tutti gli appassionati del picchiaduro; Dragon’s Dogma 2, attesissimo secondo capitolo del fantasy RPG. Chiude Exoprimal, un multiplayer simil tower defense coi dinosauri.

Fonte: Kojima