Metaverso: la vita eterna attraverso un avatar, l’idea di Somnium Space

Metaverso-vita-eterna-somnium-space-avatar-transcendence-johnny-depp

Il Metaverso si profila sempre più come ‘luogo’ dove sperimentare nuove idee. Una delle più innovative (e fantascientifiche) è quella proposta dalla società Somnium Space con sede in Repubblica Ceca. Il loro intento, fare in modo che la nostra persona, attraverso l’ che creeremo, sopravviva in eterno. Anche dopo la nostra morte. L’iniziativa prende il nome di ‘Live Forever’.

L’idea, che riporta alla mente pellicole fantascientifiche come Transcendence (nell’immagine di copertina, 2014, ndr), è quella di raccogliere quanti più dati possibili sulla personalità di un individuo. Carpirne comportamenti, reazioni e processi mentali che conducono alle decisioni per creare un senziente in grado di ‘sopravvivere’ nel Metaverso anche senza il supporto di una persona reale dall’altra parte dello schermo. I dati raccolti verranno poi elaborati e gestiti da una che potrà replicare la personalità dell’utente una vola che questi non ci sarà più.

L’intuizione si deve al fondatore di Somnium Space, Artur Sychov. Sychov racconta a Vice di avere perso il padre a causa di un tumore qualche anno fa. Questo lutto ha generato in lui l’intuizione. Con la soluzione da lui proposta, potremo interagire anche con persone che non sono più tra noi.

Banner-canale-Telegram-Gametime-Offerte-Tech-drop-Ps5-Xbox-RTX

La piattaforma Somnium Space è nata su piattaforma Blockchain nel 2018. Si tratta di un vero e proprio universo virtuale con una propria economia interna – la cui moneta è la criptovaluta CUBE – dove è possibile acquistare beni e servizi oltre che, ovviamente, interagire con gli altri utenti che la abitano. Somnium Space è partner del programma start-up di Microsoft e vanta la collaborazione di OpenSea, Polygon e Gemini.

Il metaverso di Somnium Space è accessibile anche attraverso Steam e attraverso un client VR per Windows, che permette anche di creare contenuti, o in modo più semplificato via web usando una piattaforma WebXR che consente di fruire dell’esperienza virtuale dal browser. Sono supportati i caschi Oculus, Htc Vive, HP, Valve, e tutti i Windows Mixed Reality.

L’iniziativa Live Forever, invece, non è ancora stata avviata ufficialmente. Ma, afferma Sychov, ci stanno già lavorando. L’idea di metaverso sta prendendo sempre più piede. Tra i suoi critici maggiori Reggie Fils-Aime secondo il quale non siamo ancora pronti per questo tipo di tecnologia. Tra le maggiori aziende impegnate in questa nuova strada bisogna citare Sony che, in partnership con Epic Games e LEGO, sta lavorando al suo ambiente virtuale.

Fonte: Vice