Netflix: abbonamento a prezzo ridotto e partnership con Google secondo alcune indiscrezioni

netflix-prezzo-ridotto-partnership-google

Netflix sembra sia intenzionata a creare un nuovo abbonamento con pubblicità integrate. Il Co-CEO della compagnia Ted Sarandos è stato anche all’evento Cannes Lions per parlare di alcune partnership, tra queste quella di .

Ancora solamente una voce e niente di ufficiale ma Netflix potrebbe lanciare a breve un abbonamento a prezzo più basso con però delle pubblicità integrate. Questo l’obiettivo futuro, almeno secondo quanto riferito dagli azionisti. Di una simile ipotesi si vociferava già diverse settimane fa a causa di un articolo del New York Times.

Ancora Netflix non ne ha parlato apertamente ma Sarandos a Cannes Lions, ha avuto incontri con Comcast/NBCUniversal, Roku, ma soprattutto Google. Comcast e NBCUniversal sarebbero partner che hanno un’ottima conoscenza dal punto di vista dei contenuti televisivi con pubblicità annesse, ma per diversi motivi potrebbe essere la collaborazione più importante.

Banner-canale-Telegram-Gametime-Offerte-Tech-drop-Ps5-Xbox-RTX

Staremo a vedere cosa farà quindi Netflix per abbassare i prezzi e contrastare il calo di abbonati. Ancora dubbi su quali saranno le strategie adottate per riconquistare terreno rispetto ad altre piattaforme streaming come Disney+.

Ricordiamo che Netflix ha annunciato anche Squid Game 2 di cui si parlava già da tempoLo stesso regista infatti, mesi fa, ha confermato che stava già pianificando come procedere con i lavori. Hwang Dong-hyuk è stato chiaro: vedremo nuove sfide e giochi ancora migliori rispetto alla prima stagione.

Infine, Netflix si sta buttando nel mondo del Gaming? Oltre 50 giochi sarebbero pronti entro fine anno, leggi l’articolo qui!

Come al solito, vi invitiamo anche ad iscrivervi al nostro canale Telegram dedicato alle offerte per restare sempre aggiornati sulle migliori promozioni e sulla disponibilità di PlayStation 5 e Xbox Series X. Abbiamo anche realizzato una pratica guida che vi potrà aiutare nell’acquisto.

E voi cosa ne pensate? Fatecelo sapere, come sempre, nei commenti.

Fonte: CNBC