PlayStation 4: non è ancora il momento di dirle addio. Grandi giochi in arrivo fino al 2023!

PlayStation-4-image

Non è giunto ancora il momento di mettere da parte la vostra PlayStation 4, lo ha affermato Jim Ryan Presidente di Sony Interactive Entertainment. Il futuro della console sarà ancora roseo, almeno per qualche anno.

Ryan infatti ha annunciato che il pieno supporto alla console ormai old-gen sarà prolungato fino al 2023. Ciò significa che non solo continueranno ad esserci aggiornamenti firmware per migliorare prestazioni e stabilità, ma che su PS4 continueranno a uscire numerosi titoli Doppia A e Tripla A. Andando di fatto a prolungarne il ciclo vitale che con l’arrivo di PlayStation 5 sembrava essere giunto al termine.

I motivi dietro questa scelta sono piuttosto chiari ed evidenti per tutti. PlayStation 4 è ancora estremamente diffusa e utilizzata, e genera ricavi in maniera di molto superiore a quanto fa PS5. A questo vanno aggiunte anche le difficoltà di produzione dovute alla carenza di semiconduttori.

Banner-canale-Telegram-Gametime-Offerte-Tech

Vi anticipiamo che PS4 avrà un epilogo più lungo e il maggior attaccamento di ogni altra nostra piattaforma. Ci sono numerose ragioni per cui crediamo che sarà così. Come prima cosa siamo certi di mantenere alto l’attaccamento ottenuto nel 2020 durante il Covid e lo smart-working. Come seconda cosa la line-up del nuovo software per PS4 per l’anno fiscale 2021 e l’anno fiscale 2022 è estremamente robusta. I capiscono l’opportunità che ha da offrire una community vasta e affezionata, e la sfrutteranno. Terzo, la crescita esplosiva dei titoli free-to-play è perfettamente in linea con le battute finali del ciclo di vita della console. E per finire il nostro servizio PlayStation Plus ci offre la possibilità di comunicare in modo efficiente con una community così vasta“, ha affermato il Presidente Jim Ryan.

Le grandi nuove uscite su PS4 e un catalogo espansivo vuol dire che ci aspettiamo che il 70% delle vendite del prossimo anno su questa piattaforma, nonostante la crescita della base installata di PlayStation 5“, ha aggiunto Ryan.

Dalle parole di Ryan si capisce che non è ancora giunto il momento di mettere una pietra sopra PlayStation 4. Il numero di giocatori che la utilizza ancora è estremamente alto, mentre solo in pochi sono già riusciti a fare il passaggio a PlayStation 5.

Come sappiamo infatti Sony anche a causa della scarsità di semiconduttori che proseguirà almeno per tutto il 2021, ha distribuito 4,5 milioni di PS5 nel 2020 a cui se ne sono aggiunte altre 3 milioni tra gennaio e marzo 2021. Mentre da aprile fino a fine marzo 2021 dovrebbero essere almeno altre 14,8 milioni le console distribuite. Numeri ancora piuttosto bassi per competere con PS4 che è la seconda home console più venduta di sempre dopo PS2.

Anche Kotaku ha affermato che il momento per prendere PlayStation 5 non è ancora propenso. Secondo Nathan Grayson i giochi usciti sono ancora pochi e per nulla interessanti.

Fonte: TweakTown