PlayStation 5: spuntano nuovi dettagli sulla retrocompatibilità. Confermata ‘PS5 Boost’?

The Last of Us Part 2
Banner Telegram Gametimers 2

Grazie a un utente su Reddit, Kgarvey, sono stati resi noti alcuni dettagli sulla retrocompatibilità di PlayStation 5, nonché su altre questioni come la gestione dell’account.

L’utente è riuscito ad accedere a tali informazioni grazie al codice sorgente del sito di PlayStation. Kgarvey è dunque riuscito ad incappare in diversi messaggi d’errore che suggeriscono la presenza di update nel firmware. E sarebbe proprio grazie a questo aggiornamento che i titoli PS4 risulterebbero poi giocabili .

Oltre a questo, l’utente avrebbe scoperto anche una modalità ‘PS5 Boost, che presumiamo sortisca gli stessi effetti visti su Xbox Series X con i titoli per Xbox One. Non sono infatti noti i dettagli di tale modalità, ma possiamo dare dunque per certo che essa esista, e potrebbe far comodo in titoli dove il framerate risulta ballerino. Un esempio? God of War in modalità Performance, oppure Bloodborne che non riesce a mantenere i 30FPS fissi in nessuna condizione.

Banner-canale-Telegram-Gametime-Offerte-Tech

L’utente è poi riuscito ad accedere ad altri messaggi d’errore, che rimandavano però al feedback aptico del DualSense. In particolare, sembra che sia il feedback aptico che i trigger adattivi siano richiesti per il funzionamento dei giochi su PS5 (e ciò spiegherebbe l’incompatibilità con PS4). Speriamo, dunque, che tali effetti non facciano crollare l’autonomia del pad stesso, nota dolente del DualShock 4.

Infine, sembra ormai certo il ritorno del Console sharing, permettendo dunque feature non troppo diverse da quelle già avute con PlayStation 4. Forti differenze, ivnece, sembrano arrivare riguado la gestione dei party. L’utente Toumari, del forum di ResetERA, ha infatti scoperto che i party saranno capaci di ospitare fino a 100 membri contemporaneamente.

L’informazione più interessante, però, è legata alla possibilità di poter usare la chat vocale anche da Smartphone e da PS4, potendo dunque parlare con gli utenti collegati su PS5. Infine, sarà possibile condividere file multimediali, artisti, tracce e playlist di Spotify. Questi aggiornamenti, molto probabilmente, li vedremo anche su PlayStation 4.

PlayStation 5 e PS5 Digital Edition sono attese in Italia a partire dal 19 novembre 2020, al rispettivo prezzo di 499 euro e 399 euro. Tra i titoli di lancio della console ci saranno Marvel’s Spider-Man Miles Morales e il next-gen di Demon’s Souls, sviluppato da Bluepoint Games. Proprio di Demon’s Souls sono spuntate anche alcune informazioni relative alle modalità grafiche e ai contenuti della Digital Deluxe Edition. Insomniac ha invece confermato il cross-save dei salvataggi di Marvel’s Spider-Man Miles Morales, permettendo di passarli su PS5 e viceversa. La stessa cosa, purtroppo, non avverrà per la remastered di Marvel’s Spider-Man.

Link :

Fonte: WccfTech