Death Note: Netflix ci riprova col Live Action, ma con i fratelli Duffer di Stranger Things

death-note-netflix-live-action-usa

È stato un flop quando venne lanciato. Ora Netflix ha deciso di riprovare il progetto in live action affidandosi però a personalità che hanno dimostrato la loro competenza. Stiamo parlando di Matt e Ross Duffer, i fratelli responsabili della realizzazione di Stranger Things. Il duo di registi/sceneggiatori/produttori, con la quarta stagione della serie televisiva, ha tirato fuori gli artigli.

La notizia è arrivata con un tweet postato dall’account ufficiale Netflix. Non ci sono ancora dettagli concreti. Supponiamo, dunque, che i lavori siano ancora in fase di contrattazione. Al momento, infatti, il duo è reduce da Stranger Things 4. La serie, con la programmazione della seconda parte appena conclusa, è balzata fin dal lancio in cima alla classifica di riproduzioni sulla piattaforma streaming. Non solo, l’interesse che ha aleggiato attorno ad essa ha trascinato le views anche delle stagioni precedenti. Per qualcuno si è trattato di un semplice rewatch per prepararsi al meglio alla nuova season. Per altri, invece, è stata una prima visione assoluta. Un modo per non restare tagliati fuori dalle conversazioni con gli amici.

La speranza è, ovviamente, che i Duffer Brothers possano risollevare le sorti di Death Note. Il progetto, inizialmente in mano a Warner Bros, è passato in mano a Netflix che lo ha distribuito nell’ottobre del 2017. Il film, intitolato ‘Death Note – il quaderno della morte’ è stato subissato di critiche. La rivisitazione in salsa hollywoodiana diretta da Adam Wingard non è piaciuta ai fan dell’opera originale di Tsugumi Oba e Takeshi Obata.

Banner-canale-Telegram-Gametime-Offerte-Tech-drop-Ps5-Xbox-RTX

In particolare, l’accusa più grave per quello che era a tutti gli effetti il quarto film (e reboot) dedicato a è quella di whitewashing. La storia si è spostata da Tokyo a Seattle. I personaggi perdono molte caratteristiche che li hanno resi memorabili. Qualcuno, lì fuori, continua a preferire di credere si sia trattata di una parodia. Già nel 2021, comunque, Netflix affermò di voler realizzare un seguito del film affidando la sceneggiatura a Greg Russo. Del progetto si sono poi perse le tracce.

Il tweet, comunque, parla di progetti attualmente in sviluppo ma non specifica se, in questo caso, l’idea sia quella di realizzare un nuovo film o passare direttamente al formato serial, di certo più congegnale sia alla piattaforma sia per adattare l’opera di Oba/Obata.

Voi cosa ne pensate? Credete che i fratelli Duffer potranno realizzare un progetto degno dell’opera originale?

Fonte: Netflix