The Elder Scrolls Online: Morrowind – Anteprima

Indietro
Successivo

Bentornati a Vvanderfell

Ovviamente, essendo Morrowind un nuovo punto di partenza per accogliere i nuovi giocatori, il team palesa da subito la sua volontà di far molto leva sulla nostalgia dei fan, ripresentando fin dai primi istanti di gioco dei luoghi assai noti ai vecchi gamer, come il porto della cara e vecchia Seyda Neen, dove più di una decade fa ci ritrovavamo privi di qualsiasi cosa, appena liberati dalla nostra prigione da un decreto del beneamato imperatore Uriel Septim di turno. Pace all’anima sua. In questo nuovo viaggio nella poco placida isola di Vvanderfell potremo anche decidere di vestire i panni del Warden, nuova classe di The Elder Scrolls Online che sembra una sorta di Druido incrociato con un Ranger. Un protettore della natura possiamo dire, dotato di poteri curativi, buone capacità di combattimento in mischia e una notevole schiera di amici animali pronti a difenderlo da qualsiasi pericolo… non c’è da meravigliarsi che molti giocatori, fedeli alle vecchie classi, si siano subito lamentati del suo esagerato potenziale sui forum del gioco. Prassi comune però, atta a imbonirsi nuovi possibili giocatori e concedere sano divertimento a chi invece si era ormai annoiato troppo della vecchia Tamriel. Equilibreranno tutto in futuro, sicuramente.
Le novità che da giugno Morrowind porterà in Online non si fermano qui, ma è bene ribadire come questa espansione voglia principalmente allargare gli orizzonti del gioco massivo, offrendo in primis nuove zone da esplorare a tutti i veterani e moltissime nuove quest da affrontare tra una reminescenza e l’altra in un volo pindarico che ci consente anche di approfondire la nostra conoscenza di alcuni dei lati della saga più affascinanti. È il caso dei Morag Tong, organizzazione di assassini devota al principe daedrico Mephala che, a seguito di un violento scisma, diede luce alla Confraternita Oscura (Ave, Sithis!).

Indietro
Successivo