Xbox Series S: spunta ancora il nome ‘Lockhart’ tra i Dev Kit. La versione entry level ormai confermata?

Xbox Series X Controller
Banner Telegram Gametimers 2

Dopo giorni ritorna a far parlare di sé Xbox Series S, nome in codice Lockhart, la quale è apparsa nel release note di giugno 2020 per il GameCore Development Kit.

La fonte arriva da un Security Researcher, ‘TitleOS‘, il quale ha pubblicato su delle immagini in cui è possibile intravedere figurare tre Dev Kit. I primi due sono quelli riguardati One S e One X, mentre il terzo riguarda Scarlett, nome in codice della futura gen di console Microsoft.

Ed è proprio nella riga dedicata a Scarlett che figurano due profili: uno per Anaconda, nome in codice di , e l’altro per Lockhart, ossia Xbox Series S. In quest’ si può supporre che gli sviluppatori potranno dunque lavorare su specifiche differenti.

Banner-canale-Telegram-Gametime-Offerte-Tech

Ricordiamo che Xbox Series S, nome in codice Lockhart, sarà una versione entry level di . A differenza della sorella maggiore da 12TF, Series S è probabile che si aggiri sui 4TF e punterà al 1080p invece del .

E’ noto inoltre che tale console sarà all-digital e manterrà comunque le caratteristiche hardware di Series X, ad eccezione della e di una CPU meno spinta. Rimarrà anche l’SSD NVME, diventando a tutti gli effetti l’anello di congiunzione tra la meno potente One X e la ben più performante Series X.

Infatti, nonostante numericamente la One X abbia più Teraflops di Series S, essi sono basati su architettura GCN, un’architettura totalmente differente e molto meno efficiente e prestante rispetto alle RDNA2 montate su Series S e Series X.

Dunque, nonostante non sia ancora stata confermata da , sono ormai sempre di più gli addetti ai lavori e gli sviluppatori che confermano l’esistenza di una console next-gen entry level, la quale potrebbe essere venduta a un prezzo nettamente inferiore a Series X.

Ci aspettiamo che Xbox Series S possa essere presentata durante l’evento di luglio di Microsoft, sul quale saranno puntati tutti i riflettori viste le aspettative elevatissime a riguardo.

Fonte: Windows Central