Anthem poteva essere Free-To-Play. Scopriamo le prime analisi tecniche

Anthem

Secondo voi quanto sarebbe stato diverso Anthem se fosse stato un Free-To-Play? Non vi nascondiamo che in una fase preliminare di sviluppo ci avevano pensato anche Electronic Arts e Bioware.

Ne hanno parlato anche il Game Director Jonathan Warner e il Lead Producer Ben Irving intervistati dalla rivista EDGE per il numero #329 di marzo. “Abbiamo discusso del modello Free-To-Play. Ma non era una direzione in cui EA e Bioware volevano muoversi“, ha dichiarato Warner.

Se si punta al Free-To-Play, bisogna anche creare un business che dia profitti oppure non è possibile offrire un servizio online per tutti i nostri giocatori“, ha aggiunto Irwing.

Quindi quale compromesso avremmo dovuto prendere per rendere il gioco gratuito? Saremmo dovuti essere molto meno generosi con i giocatori. Penso che nel settore dei titoli Tripla A i giocatori sono più a loro agio nel pagare un obolo iniziale e avere un’esperienza più generosa senza DLC a pagamento e oggetti cosmetici a pagamento“, ha proseguito Irwing.

Intanto Digital Foundry ha effettuato una prima analisi tecnica delle versioni console di Anthem.

Come vi avevamo già anticipato in un precedente articolo, il gioco verrà ottimizzato del tutto dopo il lancio. Ciò non significa che allo stato attuale dia particolari problemi.

Come vedrete nel video qui di seguito sia PS4 Pro che Xbox One X riescono a far girare Anthem tra i 25fps e i 30fps senza particolari problemi, persino nelle scene più complesse.

Fonte: Gamingbolt

LASCIA UN COMMENTO

Please enter your comment!
Please enter your name here