John Romero sugli sparatutto moderni: “Oggi sono solo più belli da vedere”

john-romero-sparatutto-grafica
Banner Telegram Gametimers 2

Per chi non lo conoscesse, John Romero è il co-fondatore di ID Software, una delle case di sviluppo più influenti della storia del . Infatti Romero, insieme a , Tom Hall e Adrian Carmack hanno dato alla luce delle vere e proprie leggende. Basti pensare a titoli come DOOM, Wolfenstein 3D e Quake.

Proprio oggi è uscita una sua intervista su IGN in cui, tra le altre cose, ci parla degli FPS moderni. John pensa ancora che il ‘core‘ del genere FPS sia rimasto sostanzialmente invariato da quando è stato reso celebre proprio da ID Software. “Gli elementi alla base degli FPS sono in circolazione da molto tempo“, afferma. Oggi sono solamente più belli da vedere.”

Romero è convinto che dagli anni ’90 ad oggi non ci siano stati cambiamenti davvero importanti e massicci nel genere degli FPS. Riconosce delle alternative in Call Of Duty “il quale ha un modello di progressione basato sugli obiettivi“; oppure 2 “Che ha introdotto molta narrazione“.

Ha poi aggiunto due parole sui Battle Royale, che lui considera una modalità di gioco e non un vero e proprio genere: “È un’altra modalità di deathmatch. Non è un tipo completamente nuovo di sparatutto. Rimane comunque uno sparatutto. È solo in una mappa più grande, ha molte più persone e termina in un tempo specifico. Quindi è come se fosse un deathmatch con delle regole particolari.”

Romero ritiene che con il di DOOM sia stato fatto un ottimo lavoro. Riguardo ai nuovi sviluppatori di ID Software ha affermato: Si sono chiesti qual è la caratteristica fondamentale che identifica questo franchise? E la risposta è ‘sparare ai mostri’. Il movimento è rapido e skill-based, bisogna sparare ai demoni e muoversi attraverso le stanze e verso l’uscita. Doom 2016 ricordava il capitolo originale perché aveva il ritmo perfetto. Hanno bilanciato tutto per farlo combaciare con il primo. E poi, con Doom Eternal, hanno deciso di spingere ulteriormente la formula, bilanciando le risorse.”

Effettivamente gli ultimi due capitoli di DOOM hanno riscosso una grande successo di critica e pubblico. Addirittura DOOM: Eternal ha sgretolato i record di vendita dell’intera saga.

Qualche anno fa Romero e John Carmack avevano lanciato un Kickstarter per un FPS innovativo, purtroppo poi il progetto si è arenato e non ha mai visto la luce. L’intervista completa la potete recuperare cliccando qui, Romero ha anche dedicato qualche parola agli RPG insieme alla moglie Brenda Brathwaite. La coppia era stata ospite proprio in Italia, al Milan Games Week del 2016.