PUBG: in arrivo la serie TV animata prodotta dallo showrunner di Castelvania, Adi Shankar!

PUBG

PUBG diventerà una serie TV animata. La conferma è giunta nella giornata di oggi, dove Adi Shankar, producer dell’anime Netflix di Castelvania, ha affermato di essere al lavoro anche su una serie TV dedicata al padre dei Battle Royale, che ricordiamo vede dozzine di giocatori combattere in una spietata lotta fino all’ultimo sangue dove solo uno riuscirà a sopravvivere.

Adi Shankar, in un comunicato stampa, ha dichiarato: “Per me, questo progetto animato rappresenta un altro step evolutivo per accorciare le distanze tra l’ del videogioco e Hollywood. Non vedo l’ora di farvi capire come sia vincere una cena a base di pollo”.

Adi Shankar si prepara dunque a un altro adattamento molto rischioso se non perfino più di quanto non fosse quello di Castelvania. Adattare un gioco Battle Royale in un contesto cinematografico/televisivo può risultare molto complicato, dal momento che sono giochi privi di qualsiasi storytelling.

Banner-canale-Telegram-Gametime-Offerte-Tech-drop-Ps5-Xbox-RTX

Siamo dunque curiosi di vedere cosa riuscirà a fare questo talentuoso producer. E voi, siete del nostro stesso avviso? Ditecelo nei commenti, come sempre! Nel frattempo ricordiamo comunque che Playerunknown’s Battleground non verrà trasposto solamente in formato serie TV animato.

Recentemente è stato infatti pubblicato Ground Zero, un live action basato sul gioco in questione. Inoltre è in arrivo anche uno spin-off horror di PUBG, denominato The Callisto Protocol, ambientato nello stesso universo narrativo di PUBG ma con la data spostata al 2320.

Il gioco in questione ha suscitato un enorme interesse attorno a se per le sue forti somiglianze con Dead Space. Non a caso, a curare lo sviluppo di questo promettente horror troviamo proprio Glen Schofield; una delle brillanti menti dietro la nascita di Dead Space.

Il gioco punta ad essere anche graficamente imponente, anche se il team si è effettivamente accorto che avevano fatto qualcosa di troppo avanzato per le tecnologie attuali. Proprio per questo, hanno deciso di downgradare un po’ la grafica, rimanendo comunque negli standard della next-gen.

Fonte: Gamespot