The Last Of Us Part 2: Naughty Dog valutò la rimozione della violenza sui cani

The Last Of Us Part 2 cani
Banner Telegram Gametimers 2

Come sappiamo, The Last Of Us Part 2 è un gioco incredibilmente violento. Il livello di cruenza è tale che diversi membri di Naughty Dog hanno provato fastidio nel lavorarci sopra.

Che siano Serafiti, membri del WLF o infetti, le uccisioni saranno sempre decisamente cruente e realistiche. Potremo vedere letteralmente crani sfondati e pezzi di materia grigia sparsi sul muro in seguito a un colpo alla testa.

E tra i vari nemici, non mancherà la necessità di dover liberarsi anche di qualche cane, ogni tanto. E, ovviamente, anche le loro uccisioni sono caratterizzate da un forte realismo che può disturbare le persone più sensibili.

A tal proposito Neil Druckmann ha rivelato, in un’intervista con Game Informer, che all’inizio era stata discussa l’idea di poter rimuovere la violenza contro i cani. Apparentemente, però, tale scelta è stata bocciata ancor prima di poter essere messa in atto.

Secondo Druckmann infatti, tale scelta non sarebbe stata coerente col tipo di storia e tematiche trattate in The Last Of Us Part 2. Stessa cosa dicasi per la violenza, su cui Druckmann ha spinto in maniera marcata affinché i giocatori provino fastidio nell’uccidere.

“Potremmo aver superato il loro livello di comfort ma non è che non possano giocarci. Infine, il gioco non può allontanarsi dal livello di violenza commesso dai vari personaggi. In un certo senso abbiamo dovuto spingere su di esso, perché è ciò di cui il gioco parla. Avremmo potuto introdurre facilmente un’impostazione per disattivare la violenza e dunque non ci sarebbe stato sangue quando spari alle persone – così come gli smembramenti – ma a un certo punto, inizieresti a perdere di vista il focus del gioco e sfuggire da quel senso di disagio che proviamo nel fare certi gesti.”

Cosa ne pensate della linea di pensiero di Druckmann? Siete d’accordo con il suo spingere in maniera marcata sulla violenza presente nel gioco? Vi ricordiamo inoltre che, a rimarcare ancora più la dose, Naughty Dog aveva pensato a un finale più cupo.

In ogni caso, per chi è infastidito dalla violenza ricordiamo che in The Last Of Us molti scontri possono essere evitati, riducendo al minimo il ricorso alla violenza. Ellie è davvero agilissima e minuta, sfruttate queste caratteristiche fisiche e vedrete che supererete molte zone senza sparare un singolo proiettile.

Inoltre, nel caso foste alle strette ma comunque non vogliate uccidere i cani, vi facciamo presente che se vi sbarazzate del loro padrone i cani perderanno totalmente la voglia di combattere. O forse così è anche peggio?

Fonte: GameRevolution

Rispondi