Elden Ring: il Ray Tracing arriverà prossimamente grazie a un aggiornamento

è la nuova fatica di FromSoftware, Hidetaka Miyazaki e George R. R. Martin. Il gioco ha raccolto un ampio consenso da parte di pubblico e critica. Su Metacritic, infatti, la media del titolo si attesta su 97/100, rendendolo uno dei migliori Metascore dell’intera scorsa generazione (e probabilmente anche di questa), ma anche uno dei migliori Metascore di sempre. Il gioco, tuttavia, non è esente da difetti, soprattutto per quanto riguarda la versione Steam, vittima di Review Bombing a causa dei troppi problemi tecnici. E c’è un’altra cosa: la mancanza del Ray Tracing.

A novembre 2021, FromSoftware aveva confermato che il Ray Tracing ci sarebbe stato su PlayStation 5 Xbox Series X e PC. All’ del gioco, però, questa feature era (ed è tutt’ora) mancante. L’aggiornamento 1.02 del gioco, però, ci dà qualche piccola informazione in più sul quando potremmo vedere il Ray Tracing in azione. Le note contenute nella patch, infatti, ci dicono che: “La tempistica per l’implementazione del Ray Tracing, che è pianificata per essere supportata dopo il lancio, verrà svelata in comunicati futuri“.

La feature, insomma, arriverà, questo è certo. Manca solo il quando. I giocatori, dunque, dovranno aspettare ancora un po’ prima di rifarsi gli occhi grazie al Ray Tracing. Forse, al momento, è meglio non avere questa feature. Come dicevamo, non è esente da difetti. Anche si è espressa in merito, dando un giudizio non positivo al gioco sia dal punto di vista visivo che di performance in generale. Per tutti i dettagli, vi rimandiamo al nostro articolo.

Banner-canale-Telegram-Gametime-Offerte-Tech-drop-Ps5-Xbox-RTX

FromSoftware deve dunque darsi da fare se vuole mantenere alto l’interesse verso Elden Ring. Il gioco, infatti, ha avuto più di 700.000 spettatori in live su Twitch, mentre su Steam ci sono stati oltre 860.000 giocatori in contemporanea.

E voi cosa ne pensate? Ditecelo, come sempre, nei commenti! Non dimenticatevi di leggere inoltre la nostra recensione, a cura di Valerio Pastore.

Fonte: PSU