PlayStation 5: Il prezzo esagerato su Amazon? Solo un errore

PlayStation-Blog-PS5-Art
Banner Telegram Gametimers 2

Per qualche ora la comunity dei gamer è andata nel panico quando su è apparso un prezzo spropositato per PlayStation 5. Circa 700 Dollari sullo store americano, quasi 600 Sterline in quello britannico.

Come facilmente intuibile, il prezzo riportato altro non era che il risultato di un errore. Un place-holder messo lì per colmare il vuoto informativo e il che avvolgono PlayStation 5 sul versante del prezzo al consumatore. Non è la prima volta che place-holder di questo tipo vengono spacciati come ‘informazioni leakate’, pur non avendone comunque né la forma né la sostanza.

Brandelli di informazione che, se trapelati davvero prima del tempo previsto dalle aziende produttrici come Sony nel caso di PlayStation 5, porterebbero ben più di un grattacapo a Jeff Bezos e soci. Sì, il prezzo della console potrà non ancora essere stato svelato ma, ripercorrendo a ritroso le dichiarazioni di tutti gli attori principali che ruotano attorno a PlayStation 5, si può facilmente intuire come certe cifre (oltre 600 Euro al cambio attuale) siano uno sproposito non da poco.

Banner-canale-Telegram-Gametime-Offerte-Tech-drop-Ps5-Xbox-RTX

Sulla questione PlayStation 5 si era già espressa a febbraio la testata Bloomberg che, tramite alcune analisi, aveva dimostrato come i costi di produzione fossero sì lievitati, ma a causa di una certa scarsità di componenti e che, comunque, non avrebbe superato i 450 Dollari. Di poco successiva una analisi condotta da Piers Harding-Rolls di Ampere Analysis, che aveva fotografato un range compreso tra i 450 e i 500 Dollari per la vendita al pubblico sia per Xbox Series X che per PlayStation 5.

Più cauto nelle sue dichiarazioni il CEO di Sony Interactive Entertainment Jim Ryan che, a GameIndustry.Biz aveva sottolineato l’importanza sì del prezzo ma in rapporto alla qualità. Nella stessa intervista, Ryan aveva anche parlato di come al lievitare del costo di produzione dei giochi fosse necessario piazzare sul mercato quante più console possibili. Una politica inattuabile nel caso i prezzi utilizzati su come place-holder si rivelassero fondati, cosa di cui dubitiamo.

Discorsi molto simili sono stati anche fatti per Xbox Series X. Anche il prezzo della console rivale, infatti, è stato oggetto di discussione. Phil Spencer, in una sua dichiarazione pubblica, era stato onesto al riguardo, riconoscendo l’importanza del prezzo come scriminante nelle scelte degli acquirenti. Gli ha fatto eco Jason Roland che in Xbox ricopre il ruolo di Partner Director of Program Management. Roland ha definito il prezzo di Xbox Series X come “Accessibile a tutti”.

Prezzi del genere non si vedono dal lontano 1990 quando, sul mercato, fece il suo debutto il Neo Geo di SNK, una console non molto fortunata. Quindi, a meno che PlayStation 5 non abbia deciso di praticare ‘Harakiri’ con prezzi che di concorrenziale hanno ben poco, non c’è nulla da temere.

Purtroppo il prezzo definitivo non sarà svelato nemmeno questa sera, durante l’evento di presentazione dei giochi. Ma non dubitiamo che ne sapremo di più molto presto.

Fonte: IGN