Elden Ring: Hidetaka Miyazaki non ci giocherà, nonostante sia per lui il gioco ideale. Ecco perché

Elden Ring From Software Miyazaki
Elden Ring From Software Miyazaki

Hidetaka Miyazaki si è detto soddisfatto del lavoro svolto con Elden Ring. L’autore ha infatti affermato che il concetto di Open World sviluppato per l’ultima fatica di FromSoftware rappresenta quello che ha sempre voluto realizzare, però nonostante tutto Miyazaki non ci giocherà. Il motivo? Molto semplice e, in realtà, anche condivisibile. Non potrà mai vivere il piacere della scoperta che proveranno i giocatori.

In un’ con Edge, infatti, Miyazaki ha spiegato che non giocherà Elden Ring proprio perché conosce ogni segreto del gioco alla perfezione. Miyazaki sarà dunque privato del fascino dell’ignoto che invece sperimenteranno i giocatori a febbraio, e di conseguenza anche il fattore sorpresa e il piacere della scoperta verranno a mancare.

“Sapete, probabilmente non giocherò Elden Ring proprio perché è un gioco che ho creato io stesso. È una sorta di ‘condotta personale’. Non potresti ottenere la stessa sensazione di scoperta che un giocatore normale potrebbe sperimentare. Come ho già detto in passato, non risulterebbe uguale”, afferma Miyazaki, il quale ha poi rimarcato che questo sarebbe comunque il suo gioco ideale.

Banner-canale-Telegram-Gametime-Offerte-Tech-drop-Ps5-Xbox-RTX

“Se però ci giocassi, questo sarebbe il più vicino possibile al mio gioco ideale. Non intendo dire che questo è il tipo di Open World che realizzerei; è solo che questo Open World arricchisce l’esperienza ideale che cerco di ottenere. Per fare un esempio banale: se io stessi esplorando un mondo, vorrei una mappa – una vera mappa. Oppure, se vedessi qualcosa laggiù, vorrei essere in grado di arrivarci ed esplorare”, continua Miyazaki.

Elden Ring è in sviluppo presso FromSoftware ed è atteso per il 25 febbraio 2022 su PC, console old-gen e console next-gen. Dietro il gioco troviamo due degli autori migliori al mondo, quali George R.R. Martin e Hidetaka Miyazaki. Il gioco avrà anche finali multipli e donerà molta importanza agli NPC secondari, i quali ci aiuteranno a comprendere meglio la Lore.

Inoltre, Elden Ring sarà ambientato in un contesto open-world con tanto di ciclo giorno notte e meteo dinamico. Abbiamo potuto ammirare questo mondo nel corposo primo gameplay sul gioco pubblicato da FromSoftware, dalla durata di oltre 15 minuti. FromSoftware ha anche confermato che Elden Ring supporterà il Ray Tracing su PS5, Xbox Series X e PC, anche se arriverà tramite patch.

Il gioco potrà anche essere giocato in co-op con i propri amici, fino a un massimo di tre giocatori per partita. I giocatori possessori della versione PS4 o Xbox One del gioco, inoltre, avranno accesso all’upgrade next-gen gratuitamente. A quanto pare, però, al momento la scelta migliore sarebbe giocare la versione PS4 in retrocompatibilità. Il motivo? Gira meglio della versione PlayStation 5 nativa! Chiaramente, è un aspetto che verrà sistemato al lancio.

Fonte: WccfTech