Elden Ring: l’open world spingerà i giocatori ad esplorare, scoprire e divertirsi!

Elden Ring
Elden Ring

si differenzierà parecchio dai precedenti titoli di FromSoftware grazie alla presenza di un vastissimo mondo . Hidetaka Miyazaki ha infatti realizzato quel che, secondo lui, è il suo gioco ideale e, afferma l’autore, spronerà ora più che mai i giocatori ad esplorare ogni anfratto dell’Interregno. Così facendo, i giocatori assaporeranno in maniera decisa il piacere di scoprire nuovi luoghi e punti di interesse.

In una lunga intervista con EDGE, Miyazaki ha parlato di diversi aspetti della produzione, come ad esempio il fatto che lui non giocherà Elden Ring oppure dell’enorme pressione che il team ha provato a causa del sontuoso comparto grafico del remake di Demon’s Souls sviluppato da Bluepoint Games.

Miyazaki si è però espresso anche riguardo l’open world, dichiarando: “Ci sono state molteplici sfide legate all’ampiezza dell’open world. Sono state molte le situazioni dove abbiamo dovuto procedere con prove ed errori fino a quando abbiamo poi creato la serie Dark Souls”.

Banner-canale-Telegram-Gametime-Offerte-Tech-drop-Ps5-Xbox-RTX

Miyazaki ha poi continuato, affermando che il team ha poi tentato gioco dopo gioco di espandere le meccaniche di Dark Souls. Il motivo? Ovviamente evolvere il genere e portare il tutto in un contesto molto più ampio. Il portare tutto su una mappa enorme non è però uno sforzo da prendere alla leggera, e questo Miyazaki lo sa molto bene.

“Molto di questo lavoro è legato al ritmo di gioco: trovare un modo per far sì che gli utenti non si annoino, mantenere vivo il loro interesse e spronarli a continuare l’esplorazione degli scenari e a divertirsi”. Miyazaki non punta dunque a mettere un sconfinato solo per il gusto di dire “abbiamo un open world”, ma anche e soprattutto per migliorare l’esperienza dell’utente.

“Ovviamente in questo enorme di gioco che abbiamo creato, volevamo dare priorità al divertimento e alla libertà del giocatore. Quindi, a queste meccaniche sono poi legati eventi e personaggi che abbiamo incluso nel gioco senza che si intralciassero tra loro, integrandosi anzi con le motivazioni del giocatore stesso”; conclude poi il Game Director.

Basterà tutto ciò a rendere quel che, secondo Miyazaki, è il miglior titolo FromSoftware di sempre? Lo scopriremo solo vivendo. Nel frattempo, cosa ne pensate di questa deriva Open World? Siete ancora preoccupati o le parole di Miyazaki vi hanno rassicurato? Ditecelo nei commenti come sempre!

Elden Ring è in sviluppo presso FromSoftware ed è atteso per il 25 febbraio 2022 su PC, console old-gen e console next-gen. Dietro il gioco troviamo due degli autori migliori al mondo, quali George R.R. Martin e Hidetaka Miyazaki. Il gioco avrà anche finali multipli e donerà molta importanza agli NPC secondari, i quali ci aiuteranno a comprendere meglio la Lore.

Inoltre, Elden Ring sarà ambientato in un contesto open-world con tanto di ciclo giorno notte e meteo dinamico. Abbiamo potuto ammirare questo mondo nel corposo primo gameplay sul gioco pubblicato da FromSoftware, dalla durata di oltre 15 minuti. FromSoftware ha anche confermato che Elden Ring supporterà il Ray Tracing su PS5, Xbox Series X e PC, anche se arriverà tramite patch.

Fonte: Gaming Bolt