Starfield: Il suono dell’avventura, Bethesda spiega l’importanza della musica nello sviluppo di un gioco!

Sarfield Artwork Bethesda Xbox Game Studios 7

Bethesda Softworks ci delizia con Starfield: Il suono dell’avventura, episodio 3 della serie di video approfondimenti dedicati all’attesissima epopea spaziale in esclusiva Xbox Series X, Series S e PC. In questo video, in particolare, Bethesda si focalizza sul sound design e sulla colonna sonora, sotto la spiegazione del compositore, Inon Zur, e del Direttore Audio, Mark Lampert.

“Il direttore di Bethesda Game Studios, Mark Lampert, e il compositore di Starfield, Inon Zur, s’incontrano nel terzo episodio di “Nel campo stellare” per discutere di musica e sound design. Ascoltali discutere dei rispettivi processi artistici, dell’impatto della colonna sonora sull’esperienza del giocatore e della continua ricerca di risposte alla base della musica di Starfield”, recita la descrizione del video.

Nel video, Mark Lampert ci spiega come la composizione musicale sia davvero importante nello sviluppo di un gioco. È infatti da essa che poi si delineano i toni del progetto, e come conferma anche il compositore di Starfield, Inon Zur, l’essenza stessa del gioco va poi tradotta in musica.

Banner-canale-Telegram-Gametime-Offerte-Tech-drop-Ps5-Xbox-RTX

La sfida più grande, afferma Zur, è creare una propria firma musicale, un “tema principale”. Nel caso di Starfield, si è scelta una composizione dove “Tutto scorre, tutto cambia e tutto torna”. La colonna sonora si sviluppa per poi tornare indietro, e questo più volte, in quel che definiscono “un viaggio circolare”.

Ad impreziosire questo suggestivo video, Bethesda ha allegato anche 11 spettacolari artwork, che lasciano viaggiare con l’immaginazione.

Starfield è in sviluppo presso Bethesda Softworks in esclusiva per Xbox Series S, Xbox Series X e PC, con data fissata all’11 novembre 2022, e questa data è scolpita nella pietra. Todd Howard ha infatti confermato che Starfield è già giocabile per intero, dall’inizio alla fine, e che non subirà alcun rinvio.

D’altronde, si tratta di un titolo su cui Bethesda lavora dal 2015 e che ha avuto priorità anche su titoli attesissimi come The Elder Scrolls 6 e Fallout 5! Il gioco, afferma Bethesda, sarà un insieme di Skyrim e Star Wars, e garantirà un mondo decisamente vasto, e scorci di questo mondo possiamo già ammirarli grazie ai meravigliosi artwork mostrati dalla house.

Così come il mondo di gioco, anche la varietà offerta dal “role playing” puro sarà importante. Potremo infatti impersonare qualsiasi tipo di PG, anche i “cattivi”. Sarà presente, da buon titolo Bethesda che si rispetti, la possibilità di scegliere tra prima e terza persona, e nel gioco troveremo diverse specie aliene.

Inoltre, nel trailer è presente anche un easter egg che potrebbe aver anticipato la mappa in cui sarà ambientato The Elder Scrolls 6! Nel frattempo sono usciti i primi artwork sul gioco, che ci mostrano le bellissime città di Neon, Akila e New Atlantis, e potremo esplorare anche la Via Lattea.

Il titolo punterà inoltre su una forte componente narrativa, impiegando ben 300 attori e quasi il triplo dei dialoghi che abbiamo visto in The Elder Scrolls 5 Skyrim! Purtroppo, questa narrativa così ambiziosa potrebbe essere il motivo principale per il quale Starfield non presenterà, probabilmente, il doppiaggio in italiano.

Fonte: BethesdaSoftworksIT